Contenuto principale

Messaggio di avviso

2018 09 24 Umanizzazione delle cure e empowerment

Ricerca Autofinanziata “La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero”

Lunedì 24 settembre 2018 (dalle 9 alle 14) presso Aula Magna della Cavallerizza Reale, Università degli Studi di Torino, Via Verdi 8 - Torino (TO)

Cosa rappresenta l’umanizzazione per la sanità del Piemonte
Antonio Saitta - Assessore alla Sanità della Regione Piemonte

Valutazione e miglioramento partecipati del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero: la ricerca nazionale
Sara Carzaniga, Giorgia Duranti - Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Il progetto empowerment in Piemonte: dalle criticità ai progetti di miglioramento
Danilo Bono, Mirella Angaramo - Regione Piemonte

 

Buone pratiche in attuazione del progetto nelle diverse realtà regionali e aziendali:

Emilia Romagna: dalla valutazione dell'umanizzazione alla valutazione delle performances dal punto di vista del cittadino
Vittoria Sturlese - Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale Emilia Romagna

Puglia: empowerment e ruolo della comunicazione nel miglioramento della qualità dei servizi sanitari
Giovanni Gorgoni, Sonia Giausa - Direzione AReSS Puglia

Piemonte: umanizzazione e comunicazione con il paziente
Stefano De Luca - AOU San Luigi di Orbassano

Piemonte: il rischio clinico nell'ottica dell'empowerment
Alessandra D'Alfonso - ASL Città di Torino e Cabina di Regia Regionale

Esperienza della Toscana: l’Accademia del cittadino e la comunicazione degli eventi avversi
Elena Beleffi - Referente Coinvolgimento dei cittadini e pazienti del Centro Gestione Rischio Clinico Regione Toscana

Piemonte: progetti aziendali di umanizzazione
A cura della Regione Piemonte

Il Ruolo della partecipazione civica
Elisabetta Sasso - CittadinanzAttiva Piemonte

Buone pratiche di umanizzazione e empowerment: gli sviluppi futuri del progetto AGENAS e Cabina di Regia Regionale
Ricerca Autofinanziata “La valutazione partecipata del grado di umanizzazione delle strutture di ricovero”

Previsto accreditamento ECM per tutte le professioni