Contenuto principale

Messaggio di avviso

Comitato Direttivo di Cittadinanzattiva Piemonte

Presidente regionale Mara Scagni
Segretario regionale Alessio Terzi

Componenti eletti dal Congresso regionale del 9 aprile 2016

  1. Mauro Bidoni
  2. Elisabetta Sasso
  3. Maria Emilia De Leon
  4. Serena Benzi
  5. Sabrina Pucci
  6. Augusta Barbuscia
  7. Luigi Leuzzi
  8. Franco Zecchini
  9. Giacomo Audisio
  10. Lino Scarcella
  11. Silvana Stecca
  12. Roberto Gentina

Coordinatori delle Assemblee territoriali eletti dai Congressi locali

  1. Giorgio Pizzorni (Acqui Terme – Ovada)
  2. Mara Scagni (Alessandria)
  3. Tiziana Valente (Asti)
  4. Giuseppe Ungolo (Biella)
  5. Christian Antisso (Ciriè)
  6. Mario Del Piano (Cuneo)
  7. Melina Pitari (Domodossola)
  8. Maria Adele Cattaneo (Ivrea)
  9. Nadia Tecchiati (Torino Nord)
  10. Roberta Modica Goffi (Torino sud)
  11. Sandra Bocedi (Tortona
  12. Romano Malavasi (Verbania)

NB. L’assemblea di Vercelli ha rinviato la nomina del Coordinatore


Quinto Congresso regionale di Cittadinanzattiva

Il 9 di aprile, si è celebrato a Torino il quinto Congresso regionale di Cittadinanzattiva con la presenza di oltre 60 delegati in rappresentanza delle 13 Assemblee territoriali del Piemonte.

Ai lavori (Programma) hanno partecipato numerosi ospiti istituzionali. Sono anche intervenuti i rappresentanti di varie associazioni (Libera, Action Aid, Legambiente, Cipes e Auser) che avevano accettato di dare un proprio contributo valutando i documenti congressuali.

Nella relazione di apertura, Alessio Terzi, ha ribadito la necessità di adeguare l’azione civica alle nuove e cruciali sfide prodotte dalle crisi, proseguendo nella strada aperta con la Carta dei diritti delle comunità locali e ha indicato i principali campi di azione: la sicurezza e la qualità delle scuole come occasione di mobilitazione delle famiglie e degli studenti, la ripresa della rete dei consumatori in un’ottica di tutela e salvaguardia dei beni comuni, la costruzione di un sistema integrato dell’emergenza – urgenza sanitaria a tutela dei territori più svantaggiati come prevede la Carta dei diritti al pronto soccorso, l’umanizzazione degli ospedali sostenuta dall’empowerment dei cittadini proseguendo nel programma avviato con l’assessorato regionale alla sanità, la verifica e il monitoraggio dei piani delle attività territoriali delle aziende sanitarie.

Un programma impegnativo, che deve essere alimentato dalla collaborazione con altre organizzazioni civiche per lo sviluppo dei programmi e per la lotta alla corruzione ma anche da una decisa assunzione di responsabilità di tutti i livelli del movimento e dal rafforzamento della capacità di lavorare insieme.

Al termine dei lavori i delegati hanno rinnovato il Comitato direttivo ed hanno eletto Mara Scagni a presidente regionale e confermato Alessio Terzi nel ruolo di segretario regionale.